Skip to main content

E-commerce e mobile marketing: perché i device sono sempre più importanti

Il mobile marketing è un insieme di attività messe in atto per promuovere il business di un’azienda e per raggiungere potenziali clienti sui loro dispositivi mobile. 

Per realizzare un sito, un e-commerce o un progetto digitale in generale, è necessario prendere in considerazione il principio del mobile first: ogni step deve soddisfare esigenze tecniche, estetiche e funzionali dei device.

In questo articolo scopriamo cos’è il mobile marketing, come si è evoluto, l’importanza del mobile first nell’e-commerce, quali sono le strategie e i vantaggi del mobile marketing. 

Mobile Marketing: cos’è?

Il Mobile Marketing è l’insieme di azioni e attività di marketing orientate a promuovere prodotti o servizi e creare engagement con gli utenti mediante i dispositivi mobili come smartphone e tablet. 

Attraverso questa tipologia di marketing si intercetta un pubblico eterogeneo per età, genere e comportamento di acquisto, a cui indirizzare contenuti personalizzati che promuovono prodotti e servizi in un determinato contesto. 

L’importanza dei device nel mobile marketing è centrale ed è connessa alla sua specificità, perché non può essere riprodotto su altri mezzi. Un esempio sono le campagne geolocalizzate, queste si basano sull’individuazione della posizione degli utenti e sull’identificazione del momento ideale per l’invio di annunci correlati. 

Come si è evoluto il mobile marketing

Quattro punti utili per capire come si è evoluto il mobile marketing e come possono essere sfruttati per migliorare le proprie strategie di marketing per gli utenti che utilizzano i dispositivi mobile. 

Privacy e gestione dei dati 

La tendenza per i dispositivi mobile è una maggiore attenzione nella gestione dei dati dei propri utenti per far sì che i loro dati non vengano utilizzati anche da terzi a scopi pubblicitari. 

Bisogna studiare il contesto, analizzare i dati, sviluppare un piano di privacy per il marketing al fine di tutelare sia l’azienda che i dati dei clienti e infine costruire delle strategie di advertising mobile compatibili con i sistemi operativi dei dispositivi degli utenti. 

Ottimizzazione mobile first

Il digitale è ormai principalmente mobile-first e nell’ottica di questa linea anche i siti web da realizzare dovrebbero essere costruiti secondo la fruizione principale degli utenti ovvero mobile. Lo stesso vale per le strategie multicanale e tutti i touchpoint previsti. 

In una strategia di email marketing, per esempio, bisogna creare delle newsletter o DEM pensate per la lettura da smartphone, senza tralasciare il lato desktop. Non sempre accade e gli utenti si ritrovano immagini pesanti e difficile da caricare, impaginazione con caratteri sovrapposti e CTA impossibile da cliccare. 

Realtà aumentata, phygital e metaverso

Applicare il mondo reale mediante VR/AR nel mondo del metaverso è il trend del momento. 

Lo fanno già diversi marchi. È il caso del colosso americano Walmart che permette di fare acquisti in modo virtuale grazie alla realtà aumentata che “mostra” gli oggetti sugli scaffali.

Anche Ikea, grazie a un servizio di realtà aumentata, permette di arredare virtualmente la nostra casa, infatti  consente di proiettare un oggetto in casa e vedere come si adatta al resto dell’arredamento.  

Oltre a queste visioni future, siamo già in una dimensione in cui il phygital, integrazione del mondo digitale con quello fisico, è parte integrante della nostra vita quotidiana.

Basti pensare ad annunci e notifiche push visualizzati quando si transita vicino ai negozi fisici, un ottimo modo per garantire la conversione dal digitale al punto vendita. 

Gioco e intrattenimento

I giochi online e il suo utilizzo mediante smartphone sta subendo un incremento a livello globale ed è un’abitudine che ben si sposa al “sempre connesso” della vita quotidiana. 

Chi è abituato a giocare online o in generale a utilizzare molto l’intrattenimento digitale è più propenso a effettuare ordini online di prodotti, servizi o di cibo take-away.

Una strategia ben sfruttata da KFC che ha inserito nell’app di delivery dei contenuti interattivi di gaming per intrattenere i consumatori.

E-commerce e l’importanza del mobile first

Abbiamo già citato l’importanza del mobile first nella costruzione di un sito e in questo caso di un e-commerce. Per realizzare un e-commerce sulla base del mobile first bisogna lavorare su tre importanti elementi: web design, content, funnel.

Il web design è indirizzato a migliorare l’esperienza dell’utente all’interno dell’e-commerce, quindi occorre fare una scelta adatta al mobile circa il template, l’usabilità e la velocità di caricamento di ogni pagina. 

Il secondo elemento si riferisce ai contenuti inseriti all’interno dell’e-commerce, bisogna includere delle keyword specifiche e provvedere all’ottimizzazione SEO dei testi. 

Il terzo punto fa riferimento al processo di acquisto, anche in questo caso si deve pensare a come l’utente può acquistare il prodotto o servizio mediante mobile. Gli annunci devono essere personalizzati in base all’interesse dell’utente e manifestarsi nel luogo in cui si trova.

Una strategia molto utile per i negozi fisici che sfruttano il mobile marketing e vogliono essere raggiunti da potenziali clienti localizzati nei pressi del negozio. 

Strategie e attività di mobile marketing

Per raggiungere i propri potenziali clienti sul proprio smartphone e puntare a un aumento dell’audience bisogna costruire delle strategie e mettere in atto delle attività di mobile marketing. Quali? Eccone alcune: 

  • App marketing: le campagne di app marketing coinvolgono gli utenti, mediante notifiche push, nella partecipazione di concorsi, quiz per vincere possibili premi. L’azienda chiede all’utente di registrare l’app del brand e di registrarsi per restare aggiornato su promozioni, offerte e tanto altro. 
  • QR Code Marketing: è una strategia di mobile marketing che include l’utilizzo di QR code per il lancio di un nuovo prodotto o servizio. Il potenziale cliente, intercettato dalla promozione, può raggiungere il prodotto o servizio attraverso il proprio smartphone e la decodificazione del QR code. 
  • SMS Marketing: questo tipo di campagna è caratterizzata dall’invio di promozioni e offerte mediante SMS dedicata agli utenti iscritti a un database. Anche se può sembrare una tipologia un po’ datata, in termini di conversione è molto efficace. Può essere utilizzata per incentivare gli utenti a presentare servizi o prodotti di un’azienda ad altri contatti.
  • Proximity Marketing: è uno strumento che permette di sponsorizzare dei prodotti e servizi in una determinata area geolocalizzata. L’utente, infatti, viene raggiunto da una notifica in prossimità del luogo del negozio.
  • Gaming Ads: riguarda gli annunci pubblicitari che vengono visualizzati dagli utenti durante una sessione di gioco sui dispositivi mobile. Possono essere visualizzati come annunci per intero, mediante video o pop-up.

Come strutturare una campagna di mobile marketing

Ecco alcuni suggerimenti per strutturare una campagna di mobile marketing. 

  • Analisi del target: ideare una strategia di marketing prevede una ricerca approfondita sul target per ottenere tutti i dati utili per intercettare i loro bisogni e creare annunci personalizzati.
  • Utilizzare i social media: creare annunci per attirare pubblico dai social media, i social vengono maggiormente utilizzati dai dispositivi mobile. Un altro utilizzo può essere legato al social commerce, una modalità di acquisto dentro le piattaforme social. 
  • Identificare gli obiettivi: porsi degli obiettivi chiari e precisi da raggiungere consente la misurazione dei risultati e dei progressi ottenuti mediante la strategia di mobile marketing. 
  • Attenzionare la geolocalizzazione: fornire annunci pertinenti a un pubblico che si trova nella località prescelta e nel momento in cui potrebbe interessare il tuo contenuto. Per inviare campagne geolocalizzate sono utili strumenti come Google Trends, Gps e Google Local.
  • Curare la mobile user experience: gran parte delle attività gli utenti le svolgono da smartphone, pertanto è opportuno costruire degli annunci semplici e funzionali alle loro abitudini. 
  • Offrire degli incentivi: stimolare gli utenti, attraverso premi e offerte, a contribuire alla creazione dei contenuti, è un modo per incoraggiarli a essere parte attiva del brand. 

Mobile marketing ed e-commerce: quali vantaggi per le aziende

Uno dei maggiori vantaggi del mobile marketing è di raggiungere gli utenti quando e dove vogliono offrendo loro una migliore esperienza utente. E per le aziende? Ecco alcuni vantaggi: 

  • Marketing one to one: lo smartphone è un dispositivo personale e sfruttare il mobile permette di comunicare direttamente con i clienti e di orientare una strategia di marketing sulle esigenze specifiche di ogni singolo cliente.
  • Contatto diretto con i clienti: il mobile marketing permette di entrare in connessione con la vita dei consumatori in qualunque luogo si trovino e in qualsiasi momento della giornata.
  • Possibilità di creare contenuti personalizzati: con il mobile marketing è possibile ottenere molte informazioni sui clienti e sulla base di questo si ha la possibilità di costruire contenuti migliori e personalizzati. 
  • Geolocalizzazione: conoscere la posizione dell’utente mentre interagisce con il tuo brand può essere un dato molto utile per impostare una strategia di mobile marketing. 
  • Analisi approfondita: permette di verificare se sono stati raggiunti degli obiettivi e di migliorare ogni strategia grazie alle informazioni ottenute come età, sesso, posizione e comportamento d’acquisto.  

Qualunque sia l’obiettivo di un azienda: aumentare la brand awareness o migliorare l’engagement degli utenti, una strategia di marketing dovrebbe sempre includere il mobile marketing perché fare marketing significa raggiungere i propri potenziali clienti anche sullo smartphone.

Call Now Button