Skip to main content

Contenuti SEO: cosa sono e come si scrivono

Se hai passato del tempo nel marketing, molto probabilmente hai sentito parlare di SEO. Ma questo non significa necessariamente che sei al corrente di cosa sono i contenuti SEO e perché sono importanti. Ma dovresti esserlo. Perché?

Perché i contenuti ottimizzati SEO sono uno dei modi più efficaci per incrementare il posizionamento organico del tuo sito.

In effetti, senza contenuti ottimizzati, è quasi impossibile posizionarti nei motori di ricerca. Di conseguenza, è fondamentale creare contenuti di qualità che ti consentano di ottenere traffico e risultati.

Inizieremo con le basi e poi approfondiremo i dettagli.

Parole chiave

Quando si tratta di creazione di contenuti SEO, le parole chiave sono il punto di partenza dei tuoi contenuti. Le parole chiave sono, in poche parole, qualsiasi query inserita in un motore di ricerca.

Ad esempio, se stai cercando “Le migliori cose da fare a Milano”, i risultati verranno visualizzati su Google.

Questi termini di ricerca possono essere una singola parola o una frase. Le parole chiave sono di vitale importanza per i contenuti SEO poiché vengono utilizzate per ottimizzare la ricerca.

Di conseguenza, i contenuti ottimizzati per la SEO si concentreranno sulle parole chiave studiate per attirare un pubblico, e quindi traffico, verso il tuo sito web.

Che cos’è la ricerca per parole chiave?

Ora che hai una migliore comprensione di cosa sia una parola chiave, diamo un’occhiata a come eseguire la ricerca per parole chiave. Questo è un passaggio cruciale nella tua strategia di contenuto poiché la ricerca di parole chiave costituisce la base per il contenuto che creerai in seguito.

Inoltre, la ricerca per parole chiave ti aiuterà a valutare cosa sta cercando il tuo pubblico e ti consentirà di creare contenuti del sito Web SEO che generano traffico attraverso i motori di ricerca.

Perché la ricerca per parole chiave è importante?

Come affermato sopra, la ricerca di parole chiave è di vitale importanza per i contenuti SEO. Una corretta ricerca di parole chiave fornirà uno sguardo chiaro e conciso su ciò che il tuo pubblico sta cercando online.

La ricerca per parole chiave ti consente di ottenere una migliore comprensione del tuo pubblico, del loro intento di ricerca e di come soddisfare le loro esigenze di ricerca.

In definitiva, il tuo scopo è fornire la risposta a qualunque domanda (o ricerca) che il tuo pubblico in target sta cercando online.

Quali sono i diversi tipi di parole chiave?

Il termine “parola chiave” è molto utilizzato quando si parla di contenuti basati sulla SEO. Tuttavia, il termine può essere fuorviante.

Perché? Ebbene, molte volte le ricerche eseguite dagli utenti implicano più di una parola. In effetti, molte volte le persone usano più parole o frasi nel tentativo di trovare i migliori risultati online.

Esistono più tipi di parole chiave

Coda corta

Le parole chiave a coda corta, note anche come “parole chiave principali”, sono brevi (tre parole o meno). In genere hanno un volume di ricerca elevato e sono altamente competitive. Queste parole chiave hanno anche un generico intento di ricerca. Di conseguenza, quando si implementano parole chiave a coda corta, la keyword research fatta a priori è estremamente importante. Un esempio di parola chiave a coda corta è “Milano”.

Coda lunga

L’alternativa alle parole chiave a coda corta sono le parole chiave a coda lunga. In genere, le parole chiave a coda lunga sono costituite da tre o più parole. Queste ricerche sono più specifiche delle parole chiave a coda corta e hanno un volume di ricerca inferiore.

Tuttavia, queste parole chiave forniscono informazioni vitali sull’intento di ricerca e sono spesso meno competitive delle parole chiave a coda corta. Un esempio di parola chiave a coda lunga è “Ristorante Milano Corso Buenos Aires”.

In questo caso, l’intento dell’utente è molto chiaro.

A breve termine

Conosciute anche come “nuove parole chiave”, le parole chiave a breve termine sono più trendy degli altri tipi di parole chiave qui elencati. Queste parole chiave e il loro utilizzo dipendono dal tipo di attività. L’utilizzo di parole chiave a breve termine ti consente di concentrarti su ciò che è trending nella cultura o sulle notizie al momento. In definitiva, puoi vedere un picco nel traffico dall’implementazione di queste parole chiave.

Tuttavia, è importante notare che di solito c’è un drastico calo del traffico dopo quel picco iniziale. Per riferimento, un esempio di parola chiave a breve termine è “La Casa de Papel Serie 1“.

Le parole chiave a lungo termine

a lungo termine sono anche conosciute come “parole chiave sempreverdi”. Sono letteralmente come suonano: le parole chiave a lungo termine hanno un valore di ricerca che mantiene il volume durante tutto l’anno. Sì, questo volume può variare ma, nel complesso, queste parole chiave sono sempre pertinenti.

E, di conseguenza, guidano sempre costantemente il traffico verso il tuo sito web.

Esplicative del prodotto

Quando le persone utilizzano questo tipo di ricerca, generalmente cercano qualcosa di specifico. Con questo in mente, le parole chiave che definiscono il prodotto devono essere molto dettagliate.

Il modo migliore per creare un elenco di parole chiave che definiscono il prodotto è guardare i prodotti (o servizi) offerti dalla tua azienda.

Quindi, guarda le descrizioni per ciascuno. Successivamente, estrai una o due parole chiave da ciascuna descrizione che definiscono quel prodotto (o servizio). Ad esempio, se sei un genitore che cerca “Stivali rosa per bambina”, il tuo intento di ricerca è molto chiaro.

Esplicative del cliente

Questo tipo di parola chiave è ideale per chiunque abbia il polso del proprio pubblico di destinazione. Idealmente, hai buyer persona ben definite per i tuoi clienti. Utilizza queste informazioni per creare il tuo cliente definendo le parole chiave.

Ad esempio, se sei un’agenzia di viaggi e sai che il tuo pubblico è composto principalmente da genitori, il tuo cliente che definisce le parole chiave potrebbe apparire come “Luoghi di vacanza migliori per i genitori”.

Geotargetizzate

Le parole chiave che hanno come target una città, uno stato o un Paese specifici sono considerate parole chiave con targeting geografico.

Queste parole chiave sono essenziali per qualsiasi azienda che opera a livello locale e desidera indirizzare il traffico locale, sia online che offline.

La keyword”Lezioni di golf Milano” è un perfetto esempio di parola chiave con targeting geografico.

Intent targeting

Le ricerche rientrano in genere in una delle tre categorie di intenti:

  1. Navigazione: ricerca di un sito web specifico tramite parola chiave
  2. Informativa: ricerca di una risposta specifica a una domanda o argomento
  3. Commerciale: ricerche relative a ricerche effettuate prima dell’acquisto
  4. Transazionale: ricerche relative all’acquisto effettivo ( fatto dopo la ricerca per intento commerciale) Spesso, quando si crea l’intento di ricerca di contenuti SEO è il fattore più trascurato.

Uno dei motivi principali per cui viene trascurato è che le persone semplicemente non capiscono come definire l’intento di ricerca di un utente.

Non temere, però, Google è uno strumento molto utile per questo processo. Cerca semplicemente la tua parola chiave di destinazione.

Quindi, visita ciascuno dei risultati nella Pagina 1 di Google. Guarda cosa sta facendo la tua concorrenza, analizza i loro contenuti e presta molta attenzione a come rispondono alla domanda dell’utente. Usa queste informazioni come base per i tuoi contenuti.

Tieni presente che il targeting per intento non è una scienza esatta. In effetti, alcune parole chiave avranno un intento misto. (E va bene così!)

Contenuti SEO

Il miglior contenuto per la SEO avrà uno scopo dietro la sua creazione.

Perché stai scrivendo questo contenuto? Puoi essere un’autorità su questo argomento? I tuoi contenuti sono ottimizzati solo per la ricerca o stai anche umanizzando i tuoi contenuti per la leggibilità? Queste sono domande importanti da tenere a mente mentre scrivi i tuoi contenuti SEO.

Cos’è il contenuto SEO?

Per comprendere appieno il contenuto SEO, è necessario comprendere come SEO e contenuto si completano a vicenda.

Il modo più semplice per farlo è spiegare i due termini, quindi identificare come funzionano insieme.

SEO, abbreviazione di ottimizzazione dei motori di ricerca, è il processo di ottimizzazione di un sito Web per i motori di ricerca.

Il contenuto si riferisce a qualsiasi tipo di informazione, in varie forme (indicate di seguito), che può essere trovata sul web. Come si combinano questi due concetti per creare contenuti SEO?

In poche parole, il contenuto SEO è qualsiasi contenuto creato nel tentativo di attirare un pubblico e, quindi, il traffico tramite i motori di ricerca. La linea di fondo qui è che un buon contenuto e un buon contenuto SEO dovrebbero essere la stessa cosa. Il contenuto SEO non è contenuto scritto solo con un focus SEO.

Piuttosto, i contenuti SEO sono contenuti di alta qualità ottimizzati per i motori di ricerca ma con il pubblico (e gli esseri umani) in primo piano

Contenuti SEO: Lunghezza contenuti in parole

Per singoli articoli o pagine principali, Ottobix consiglia un minimo di 800 parole.

Ci sono molti fattori da considerare quando si discute della quantità di contenuto necessaria. Tuttavia, ogni pagina su cui ti stai concentrando dovrebbe avere contenuti sufficienti per essere informativa e consentire il posizionamento sia per le parole chiave principali che per quelle secondarie.

Quando si creano contenuti SEO per articoli, più di 800 parole spesso non sono solo consigliate, ma necessarie.

Perché? Ebbene, è difficile essere un’autorità su un argomento in così poche parole. Inoltre, la ricerca mostra che la lunghezza media dei contenuti per i primi 10 risultati SERP è di 2.000 parole o più.

Inoltre, secondo Ahrefs, esiste anche una correlazione tra il conteggio delle parole e i domini di riferimento. Questo è importante da notare perché i domini di riferimento (o backlink) sono fondamentali per ottenere il ranking dei tuoi contenuti.

Per quanto riguarda la quantità totale di contenuti necessari per classificarsi su Google, non esiste una risposta valida per tutti. In definitiva, tuttavia, i siti web che si classificano bene organicamente hanno molti contenuti basati su testo su ogni pagina del loro sito web.

Ovviamente, vorrai anche evitare il “contenuto brevissimo” quando crei contenuti basati su SEO. Questi sono  contenuti con 400 parole o meno.

Perché il contenuto è importante per le pagine principali?

Quando si sviluppano contenuti SEO, molti tendono a concentrarsi su articoli o contenuti basati su blog. Tuttavia, il contenuto web SEO è fondamentale anche per le tue pagine principali. Queste pagine esistono perché vuoi che le persone le vedano, giusto?

Pertanto, anche il targeting delle tue pagine principali con parole chiave (e contenuti) è importante per la tua strategia di contenuto generale.

Esempi di pagine principali:

  1. Home Page
  2. Servizi
  3. Blog
  4. Pagine dei prodotti
  5. Contatti

Le pagine principali, essenzialmente, sono le pagine principali del tuo sito web per le quali desideri classificarti.

In che modo la UX influisce sui contenuti?

La qualità dei contenuti è fondamentale per la tua strategia di ranking complessiva. Tuttavia, è importante notare che i contenuti richiedono anche un design UX (esperienza utente) efficace. Il contenuto dovrebbe guidare l’esperienza dell’utente, ma anche il design complessivo del sito dovrebbe essere accattivante. Idealmente, i due lavoreranno in tandem l’uno con l’altro.

La tua UX dovrebbe essere attraente per i visitatori mentre i tuoi contenuti li manterranno coinvolti con il tuo sito web. Senza ottimi contenuti, l’esperienza dell’utente non sarà mai ottimizzata.

Ovviamente, la velocità della pagina è anche un fattore cruciale nella creazione di un design UX efficace. Prima che una pagina venga caricata, non è disponibile alcuna esperienza utente.

E, se i visitatori rimangono in attesa del caricamento del tuo sito, lasceranno rapidamente il tuo sito per un concorrente. Inoltre, tempi di caricamento della pagina più lunghi influiscono negativamente sui tassi di conversione.

Contenuti SEO: ecco le diverse tipologie

Ci sono una varietà di formati da considerare prima di iniziare la creazione di contenuti SEO. I seguenti sono i tipi principali su cui concentrarsi:

Contenuto principale della pagina

Come accennato in precedenza, il contenuto principale della pagina è la chiave non solo per il successo del tuo sito web, ma per la tua strategia di contenuto SEO complessiva. Queste pagine principali richiedono contenuti di alta qualità, informativi e ottimizzati con le tue parole chiave mirate.

Articoli del blog

Gli articoli del blog possono assumere una varietà di stili. Quando crei contenuti basati su SEO, concentrati su: Articoli autorevoli

  1. Guide approfondite
  2. Guide pratiche
  3. Contenuti in formato breve
  4. Contenuti in formato lungo

Contenuti e-commerce (pagine di prodotto)

Sfruttare il traffico verso i tuoi contenuti di e-commerce o pagine di prodotto è essenziale crescita e vendite per il tuo business.

In quanto tale, il contenuto e le pratiche SEO messe in uso su queste pagine sono la chiave del tuo successo. Migliora il contenuto di queste pagine utilizzando parole chiave strategiche per attirare il pubblico giusto al momento giusto.

Cornerstone Content

Noto anche come “Evergreen Content”, i Cornerstone Content sono il fulcro del contenuto del tuo sito web. Per i contenuti e la SEO, Cornerstone Content è costituito da contenuti di altissima qualità e più importanti (pagine o post) sul tuo sito web.

In generale, il contenuto Cornerstone è lungo e presenterà tutti gli aspetti di un argomento nel tentativo di essere sia informativo che coinvolgente. Tuttavia, se le pagine (al contrario dei post) fanno parte dei tuoi contenuti Cornerstone, è fondamentale assicurarsi che queste pagine siano ben scritte e aggiornate.

Contenuti SEO e video: come agire?

I video sono una parte vitale di qualsiasi strategia di marketing. In quanto tali, ha perfettamente senso includerli nella tua strategia di contenuto web SEO. Tuttavia, ci sono alcuni elementi importanti da tenere a mente: quando crei contenuti video, pensa sempre prima al tuo pubblico o alla tua base di clienti. Come puoi aiutarli?

I video sono un ottimo modo per mostrare come utilizzare i tuoi prodotti o un processo / servizio offerto dalla tua attività.

Sebbene i video possano essere uno strumento di marketing eccezionale, affinché siano efficaci come contenuti SEO suggeriamo di includere una trascrizione testuale del tuo video.

Una trascrizione di testo del tuo video fornirà ai motori di ricerca qualcosa da scansionare per capire di cosa tratta il contenuto. (Googlebot e altri robot dei motori di ricerca sono intelligenti ma in realtà non hanno ancora capito come guardare i video … ancora!)

Che tipo di contenuto non va bene per la SEO?

Quando si mettono in evidenza le best practice SEO dei contenuti, è anche importante notare ottime pratiche sui contenuti che non rientrano necessariamente negli obiettivi SEO della creazione dei contenuti.

Immagini

Le immagini sono una parte importante del design dei contenuti e non avrei mai sostenuto di abbandonare le immagini all’interno dei tuoi contenuti.

Detto questo, ci sono modi per migliorare l’utilizzo delle immagini all’interno dei tuoi contenuti SEO.

Per la SEO, assicurati di aggiungere tag alt a tutti gli elementi visivi. I tag immagine alternativi sono parole o frasi che comunicano ai motori di ricerca il contenuto di un’immagine.

Questi tag dovrebbero includere la tua parola chiave. Posizionare la tua parola chiave nel tag di testo alternativo per ogni immagine ti aiuterà a migliorare il tuo SEO sulla pagina. È anche estremamente importante utilizzare immagini di alta qualità all’interno dei tuoi contenuti.

File audio

I podcast sono un perfetto esempio di file audio e sappiamo tutti che i podcast sono estremamente popolari in questo momento. In quanto tali, sono un ottimo strumento di marketing.

Tuttavia, è anche importante ottimizzare le tue offerte audio per la massima visibilità (e traffico). Usa parole chiave nell’URL del file audio

Come faccio a creare contenuti SEO che guidino il traffico?

La cosa più importante da tenere a mente quando si creano contenuti SEO è scrivere prima per gli esseri umani. Troppo spesso le persone si lasciano coinvolgere dalla scrittura per i motori di ricerca. Di conseguenza, il contenuto può essere difficile da leggere e tutt’altro che attraente.

Sì, vuoi che Google ami i tuoi contenuti, ma se gli esseri umani non lo fanno, il traffico semplicemente non esisterà. Con questo in mente, assicurati di non ottimizzare eccessivamente i tuoi contenuti.

Quando si creano contenuti, è fondamentale concentrarsi sul pubblico e sul loro intento di ricerca. Dopotutto, hai bisogno di occhi umani reali sulla tua pagina. Le persone cercano risposte sui motori di ricerca e tu devi fornire quelle risposte, o soluzioni, con i tuoi contenuti. L’obiettivo finale dei contenuti SEO è guidare la reale interazione umana.

Tieni a mente questi 5 passaggi prima di scrivere un contenuto SEO.

  • Esegui la ricerca per parole chiave
  • Definisci l’intento di ricerca
  • Scrivi contenuti accattivanti
  • Implementa l’ottimizzazione SEO sulla pagina
  • Pubblica il contenuto

Hai una strategia per i contenuti? Anche il miglior contenuto SEO può fallire senza una strategia di contenuto correttamente eseguita.

Di conseguenza, è meglio produrre contenuti con intenti reali e obiettivi mirati.

Ammettiamolo: se crei contenuti con una ricerca minima e obiettivi non definiti, i tuoi sforzi saranno inutili.

Oltre a definire i tuoi obiettivi e concentrarti sul tuo pubblico di destinazione, puoi garantire il successo della strategia dei contenuti creando un calendario editoriale e creando una cadenza per analizzare il successo dei tuoi contenuti, come definito dagli obiettivi prefissati.

Struttura del sito

La struttura del sito è una componente vitale del contenuto SEO. In questa sezione, spiegheremo in dettaglio perché la struttura del sito è importante per i contenuti SEO e come progettare o migliorare la struttura del tuo sito.

In che modo la struttura del sito influisce sui contenuti SEO?

Sapevi che la struttura del sito è un segnale di ranking SEO per Google?

Implementando una solida struttura di internal linking, in genere è possibile evitare questo problema. Con questo in mente, il consiglio SEO più cruciale per la struttura dei contenuti è creare una struttura piramidale del sito.

La parte superiore della tua piramide sarà la tua home page.

Da lì, elencherai i link interni pertinenti ad altre pagine chiave.

Una struttura di contenuto ben sviluppata avrà le parole chiave cercate più comunemente (e le pagine corrispondenti) nella parte superiore della piramide. Man mano che la piramide scende, verranno visualizzate le pagine ottimizzate per le parole chiave a coda lunga.

Tieni presente che il contenuto nella parte inferiore della piramide dovrebbe collegarsi internamente alle tue pagine indicate più in alto nella piramide.

Come dovrei progettare il mio sito per migliorare i contenuti web SEO?

Quando progetti il ​​tuo sito web, presta molta attenzione alla struttura del tuo sito. Se possibile, progetta il tuo sito utilizzando il metodo piramidale indicato sopra.

Sei pronto per incrementare il tuo posizionamento organico?

Utilizzando tutto ciò che hai imparato leggendo la nostra guida alla creazione di contenuti SEO avrai una bussola d’oro per la strada del successo.

Hai ancora domande?

Contatta Ottobix e utilizza i nostri servizi SEO per incrementare la tua visibilità su Google.

8B