Tag H1: cosa sono e a cosa servono?

Ammettiamolo, quando affronti la SEO on-page, c’è così tanto da considerare che può essere difficile decidere su quali tattiche vale la pena spendere tempo ed energie.

Se ci sono cose semplici che puoi fare per aumentare il traffico del tuo sito, perché non iniziare con alcune facili vittorie? In questa pagina, parleremo di come i tag H1 e di intestazione aiutano i motori di ricerca a dare un senso ai tuoi contenuti ed esamineremo come i tag H1 SEO possono migliorare il tuo posizionamento.

Esamineremo anche alcune best practice per i tag H1 e istruzioni di base per aiutarti a iniziare il tuo viaggio verso l’ottimizzazione della ricerca suprema.

Cosa sono i Tag HTML?

Per comprendere meglio i tag di intestazione, facciamo una gita immaginaria per passare davanti all’edicola del quartiere. Mentre cammini, vedrai riviste e quotidiani utilizzare titoli grandi e audaci per annunciare quali storie puoi aspettarti di trovare all’interno.

Se ti fermi a sfogliarne uno, potresti atterrare su un articolo con un titolo intrigante. Una rapida occhiata ai sottotitoli ti aiuterà a decidere se la storia contiene qualcosa che ti potrebbe interessare. I titoli e i sottotitoli creano la struttura dell’articolo,  aiutandoti a trovare le informazioni che stai cercando per nella pagina. È esattamente così che funziona quando gli utenti cercano contenuti online interessanti.

Un h1 è il titolo che cattura l’attenzione di un lettore (o di Google). Gli altri tipi di intestazione strutturano il contenuto, in modo che i lettori possano dire a colpo d’occhio se vogliono trascorrere più tempo sulla pagina e i motori di ricerca sanno se la tua pagina corrisponde a una particolare query di ricerca.

Che cos’è un tag H1?

Il tag h1 è uno dei sei tag HTML che creano la struttura di una pagina web. La “h” sta per “intestazione” e il numero (da 1 a 6) indica il punto in cui il contenuto si trova nella struttura della pagina. Lo scopo di un tag di intestazione è

  1.  indicare a un browser come visualizzare parti specifiche di contenuto
  2.  delineare il contenuto della pagina per un motore di ricerca, in modo che sappia quanta rilevanza assegnare il testo all’interno quando restituisce i risultati di una ricerca query.

Il tag h1 è, come suggerisce il nome, il numero uno. È il tag di intestazione principale di una pagina web e lo utilizzi solo una volta per pagina. Potrebbe essere il titolo della tua pagina (maggiori informazioni sui tag del titolo rispetto a h1s di seguito), ma per lo meno indica chiaramente l’argomento del contenuto che segue.

Se il testo all’interno del tag h1 è l’informazione più importante sulla pagina, il testo all’interno di un tag h6 è il meno importante. Il peso delle intestazioni di solito si riflette nel modo in cui sono formattate: con h1 il più grande e h6 il più piccolo, e tutto il resto dimensionato da qualche parte tra questi.

Quando un motore di ricerca esegue la scansione della tua pagina, saprà valutare la pertinenza del contenuto all’interno dei tag dell’intestazione mentre tenta di restituire risultati che si adattano alla query di un utente.

Qual è la differenza tra un Tag H1 e un Title Tag?

Buona domanda! Poiché sia ​​il tag del titolo sia il tag h1 hanno uno scopo simile, è comprensibile quando le persone li confondono. La principale differenza tra il titolo di una pagina e un tag h1 è dove vengono visualizzati. Il titolo della pagina viene visualizzato nella finestra del browser e lo snippet dei risultati della ricerca mentre il tag h1 viene visualizzato all’interno del contenuto della pagina stessa.

Poiché il tag del titolo è ciò che viene visualizzato su una SERP (pagina dei risultati del motore di ricerca) come link su cui le persone faranno clic, è generalmente considerato un buon h1-tag-SEO che il titolo della pagina contenga il tuo h1 più il nome del tuo sito web.

Questo aiuta le persone ad anticipare dove stanno andando e aiuta anche la consapevolezza del tuo brand.

Come inizi a utilizzare i tag H1 sul tuo sito web?

Buone notizie! Se stai utilizzando un sistema di gestione dei contenuti (a volte indicato come CMS), come WordPress, potresti già utilizzare tag h1 sul tuo sito web.

Ecco un modo rapido per capirlo. Vai su qualsiasi pagina del tuo sito web.

  • Se stai usando un Mac, premi Command + Opzione + U.
  • Se stai usando un PC, premi Ctrl + U.

Questo aprirà il codice per quella pagina in una nuova scheda: è un sacco di codice!

Ma mantieni la calma e utilizza la funzione di ricerca del tuo browser (mac = comando + F; PC = ctrl + F) e digita “h1” nella barra di ricerca: hai trovato un tag h1?

Congratulazioni!

Sei un passo avanti verso il miglioramento delle classifiche di ricerca! Se non trovi un tag h1, non disperare! Non è difficile aggiungerne uno. Se utilizzi un CMS, il tuo provider dovrebbe fornire le istruzioni per aggiungerli al tuo sito. (In caso contrario, prova una ricerca su Google per trovare un tutorial). Se la tua unica opzione è aggiungere manualmente i tag h1 al tuo sito, nessun problema.

Basta aprire la pagina in un editor di codice e aggiungerla all’interno del tag del corpo prima del resto del contenuto della pagina. <body> <h1> Il tuo tag di intestazione viene inserito </h1> <p> prima del resto dei tuoi contenuti. </p> Ma aspetta! Prima di inserire qualsiasi vecchio testo nei tag di intestazione, parliamo di come sfruttare il potenziale SEO dei tag h1.

Come si utilizza un tag H1 per la SEO?

Anche se c’è ancora qualche controversia su quanto h1s figura direttamente nel ranking di ricerca, qui a Ottobix, abbiamo scoperto che h1s, se usato correttamente, può essere utilizzato con grande sicurezza per migliorare il tuo ranking. Ci sono alcuni motivi per cui: I motori di ricerca potrebbero utilizzare H1 al posto dei tag del titolo. Se per qualsiasi motivo un motore di ricerca non riesce a trovare il tag del titolo, potrebbe scambiare il tag h1. I dati lo supportano.

Ci sono prove che suggeriscono che l’utilizzo di tag di intestazione è correlato a un posizionamento migliore. I tag H1 migliorano l’accessibilità. Gli utenti che utilizzano la tecnologia di lettura dello schermo possono navigare nei tuoi contenuti utilizzando h1s. Gli H1 migliorano l’esperienza dell’utente. P

oiché Google sta ponendo un’enfasi maggiore sull’esperienza utente (UX), avere una struttura della pagina chiara, che include un h1, è una parte essenziale per assicurarsi che gli utenti giusti trovino la tua pagina, trovino ciò di cui hanno bisogno e rimangano per imparare Di Più. Questo tipo di trasparenza può aiutare a ridurre le frequenze di rimbalzo poiché gli utenti restano in giro per vedere cos’altro hai da offrire.

Le frequenze di rimbalzo incidono pesantemente sul fatto che la tua pagina soddisfi o meno l’intento di ricerca e, se non lo è, sarai penalizzato nelle classifiche di ricerca. Questo è ciò che rende gli h1 così preziosi per la SEO.

Parla sia ai tuoi lettori che ai motori di ricerca.

 

Come ottimizzare i tuoi H1 per la SEO

Abbiamo già parlato di parole chiave?

(Controlla le parole chiave a coda lunga e perché sono importanti.) In base alla ricerca per parole chiave, identifica la parola chiave principale per cui desideri classificare la tua pagina e includila nel tag h1.

Poiché il tag h1 è un indicatore essenziale sia per i robot di scansione che per i lettori, sarebbe una svista tragica non inserire le tue parole chiave principali. Altrettanto tragico sarebbe esagerare con le parole chiave nel tag h1.

Né gli esseri umani né Google apprezzano il riempimento di parole chiave. I creatori di contenuti meno esperti potrebbero essere tentati di stipare più parole chiave in un singolo tag h1, il che non solo danneggia la leggibilità, ma Google potrebbe penalizzare la tua pagina rimuovendola del tutto dai risultati di ricerca.

Suggerimenti SEO per intestazione

  • H1: mantieni unico il tuo h1. Poiché il tuo h1 dice agli utenti e a Google di cosa tratta la tua pagina, sia i lettori che i robot di scansione potrebbero pensare che le pagine con lo stesso h1 siano contenuti duplicati, causando confusione tutt’intorno. Sebbene i contenuti duplicati non siano tecnicamente considerati una penalità, più contenuti che sono “sensibilmente simili” potrebbero comunque avere un impatto sulle classifiche perché i motori di ricerca potrebbero avere difficoltà a decidere quale versione è più pertinente per una particolare query di ricerca.
  • Usa parole chiave descrittive nei tuoi tag h1. Quante pagine hai visitato durante i tuoi viaggi online chiamate “Informazioni”? Esattamente. Sebbene sia probabilmente accurato, di certo non è descrittivo. Qualcosa come “Informazioni sui nostri widget personalizzati” porterà più persone sulla tua pagina che sono alla disperata ricerca di widget personalizzati e saranno lieti di trovare i tuoi.
  • Scrivi per gli esseri umani. Se i tuoi h1 coinvolgono le persone, coinvolgeranno anche Google, ma non necessariamente il contrario. “Qual è la verità sull’importanza del tag H1 SEO?” è più probabile che attiri l’attenzione del lettore rispetto a un “H1 Tag SEO Importance” altrettanto amichevole ma con un suono meno umano. Ricorda, non devi scegliere tra deliziare i tuoi lettori e posizionarti in alto per le tue parole chiave target. Fare. Non. Parola chiave. Cose. L’abbiamo detto prima e lo diremo di nuovo.
  • Non stipare parole chiave nel tuo h1 nel tentativo di migliorare il tuo posizionamento. Qualcosa di simile al seguente esempio di SEO tag h1 probabilmente spegnerà i lettori e aumenterà la frequenza di rimbalzo: “Che cos’è un tag H1 in SEO? Importanza SEO tag H1 e tag H e SEO. “

Dovresti inserire più di un tag H1 in una pagina?

In una parola no! Se h1s dice ai lettori e ai motori di ricerca di cosa tratta la tua pagina, avere più di un tag h1 confonderà tutti. I lettori confusi vanno da qualche altra parte per trovare le loro informazioni e, anche se Google non lo considera un fattore di ranking significativo, più h1 interrompono le best practice di strutturazione HTML.

I motori di ricerca utilizzano altri tag di intestazione in SEO?

Anche se c’è una differenza tra l’importanza SEO h1 e h2, tutti i tag di intestazione (da h1 a h6) sono elementi HTML essenziali che forniscono una struttura ai tuoi contenuti e ne facilitano la lettura per i motori di ricerca. Se gli h1 descrivono l’argomento principale della tua pagina, gli h2 conterranno gli argomenti della sezione che supportano il tuo argomento principale. E da h3 a h6s possono essere utilizzati per suddividere ulteriormente il contenuto in sottosezioni.

Oltre a dare chiarezza alla struttura della tua pagina per i motori di ricerca, l’utilizzo di tag di intestazione suddividerà i tuoi contenuti e fornirà punti di riferimento per gli utenti che probabilmente scorreranno la tua pagina per trovare le informazioni che stanno cercando. Vuoi sempre che sia facile per le persone trovare la risposta alla loro domanda. Significa che saranno più propensi a restare nei paraggi per saperne di più su (o da) te.

Key Takeaways

Mettendo una certa intenzione dietro il modo in cui utilizzi i tag h1, puoi migliorare la leggibilità e la ricercabilità dei tuoi contenuti, potenziando le tue classifiche SERP e portando più traffico al tuo sito.

Puoi quindi deliziare un maggior numero di potenziali clienti con informazioni ben organizzate e scremabili e invogliarli a tornare per ulteriori informazioni.

  1. Usa un tag h1 unico per pagina
  2. Rendilo descrittivo
  3. Includi una parola chiave
  4. Usa h2s, h3s, ecc.

Per suddividere il testo e strutturare il contenuto. Potresti usare più aiuto con tag H1 e SEO? Se hai bisogno di aiuto per portare più traffico al tuo sito web, Ottobix ha un intero team di strateghi SEO ed esperti di contenuti pronti ad aiutarti!

Ti mancano solo un paio di clic per ricevere una consulenza SEO gratuita che può avere un impatto notevole sulla tua attività e darti la visibilità di cui hai bisogno per raggiungere i tuoi obiettivi.