Skip to main content

Come creare un Digital Marketing plan: una guida in 10 step

Il Digital offre numerosi strumenti per far sì che la comunicazione di un’azienda all’interno  del web possa tradursi in valore e realizzazione degli obiettivi prefissati.

Affinchè questo avvenga è necessario conoscere tutte le opportunità che offre il Digital Marketing, impostare una strategia e un Digital Marketing plan studiati su misura.

In questa guida scopriamo in cosa consiste un piano di digital marketing e quali sono tutti gli step da compiere per creare un Digital Marketing plan. 

Digital Marketing plan: in cosa consiste? 

In un Digital Marketing plan non possono mancare degli elementi utili a strutturare le campagne di promozione dell’azienda, per esempio di un’agenzia immobiliare di lusso (Luxusní realitní kancelář). 

Tra questi ci sono gli obiettivi a breve, medio e lungo termine: ovvero far conoscere il brand, aumentare la notorietà, stimolare i clienti all’acquisto, acquisire nuovi contatti, vendere un prodotto o servizio e altro ancora.

Ci sono poi le strategie da mettere in atto per raggiungere gli obiettivi appena citati, identificazione del target, i canali da utilizzare, lo studio dei competitor e l’analisi dei risultati. 

Come creare un Digital Marketing plan: 10 step 

Ecco una guida in 10 step su come creare un Digital Marketing plan. 

1.Analisi SWOT 

L’analisi SWOT(Strengths, Weaknesses, Opportunities, Threats) è il primo step per creare un Digital Marketing plan.

Prima di pianificare una strategia e fissare degli obiettivi da raggiungere bisogna fare un’analisi interna ed esterna della propria azienda. Attraverso l’analisi SWOT è possibile individuare, infatti, i punti di forza, le debolezze, le opportunità e le minacce. 

Dopo questa attenta analisi della tua azienda potrai essere in grado di avere una panoramica completa del settore di riferimento della tua azienda e capire come raggiungere gli obiettivi prefissati.

2.Obiettivi SMART

Stabilire gli obiettivi SMART della strategia di marketing e nell’ideazione di digital marketing plan per la tua azienda è uno degli step più importanti. Ogni obiettivo che ti poni di raggiungere deve possedere 5 qualità che sono tutte racchiuse nell’acronimo SMART. 

Nello specifico, un obiettivo deve essere:

  • Specific – (specifico)
  • Measurable – (misurabile)
  • Achievable (realizzabile)
  • Relevant (rilevante)
  • Time-based (basato sul tempo)

3.Identificare la Buyer Persona 

Uno dei passi da compiere nell’ideazione di una strategia e un piano di Digital Marketing è quello di identificare la Buyer Persona. È importante comprendere qual è il suo comportamento online, i suoi interessi, le sue preferenze e i suoi dati demografici.

Identificare la tua Buyer Persona permette di prevedere in anticipo quali sono i suoi bisogni e le scelte di acquisto.

Per costruirla si possono utilizzare alcuni dati che è possibile tracciare sul sito web o sui canali social dell’azienda, su sondaggi personalizzati, interviste e indagini su gruppi di nicchia. 

Definito il target sarà più semplice procedere con gli altri passaggi e creare un Digital Marketing plan.

4.Analisi dei competitor

L’analisi dei competitor è un’attività che ti permette di avere un quadro completo sui prodotti/servizi che offrono, sul loro target, sul tipo di comunicazione e su quali strumenti e canali vengono utilizzati nella loro strategie. 

Studiare i competitor per capire quali sono i loro punti di forza e di debolezza  può farti ottenere un vantaggio su di loro. Alcuni dati utili possono essere: il posizionamento sul motore di ricerca, la comunicazione sui social, il piano di Content Strategy, le campagne advertising ed eventuali campagne di email marketing. 

Più l’analisi dei competitor è ricca di dettagli più sarai in grado di distinguersi da loro nella creazione di una strategia di Digital Marketing di successo. 

5.Creare una Content Strategy

In questa fase si può decidere cosa pubblicare, quando, dove, perché e in quali canali. Ecco una serie di contenuti che possono fare parte di una strategia di Content Marketing.

Blog post 

Per attirare nuovo traffico nel sito web e divulgare contenuti coinvolgenti per i lettori e potenziali clienti è importante aggiornare periodicamente il blog con contenuti di valore e che possono soddisfare i bisogni degli utenti che effettuano una ricerca su Google. 

Al fine di scrivere un contenuto ben ottimizzato e che soprattutto venga letto dagli utenti, è consigliabile esaurire l’argomento in modo esaustivo e con informazioni accattivanti per spingere gli utenti a divulgarlo sui loro social. In genere la lunghezza consigliata per un articolo informativo va dalle 1000 alle 2000 parole. 

Podcast

I podcast sono contenuti molto diffusi che hanno un alto potere di attrazione per un pubblico che non ha molto interesse a leggere i contenuti. Per questo sono da considerare come una valida alternativa. 

Si può pensare di creare podcast per fornire spunti di riflessione, interviste di esperti sull’argomento che riguarda la tua azienda o contenuti audio che rispecchiano i desideri degli ascoltatori da raggiungere. 

Ebook

Gli ebook sono contenuti che possono incentivare gli utenti a iscriversi alla newsletter e a restare sintonizzato con la tua azienda per avere nuove informazioni ogni settimana o mese. 

Sono un valido strumento per la Lead Generation, gli utenti lo scaricano dopo aver compilato un apposito form con le loro informazioni personali che potranno essere utilizzati per costruire la tua rete di contatti. 

Video

I video continuano a essere i contenuti più coinvolgenti e condivisi su social e siti web. Gli utenti preferiscono di gran lunga le aziende che raccontano il loro brand attraverso un video. 

Sono maggiormente apprezzati i video che forniscono informazioni e soluzioni ai problemi che si trovano ad affrontare giornalmente. Seppur richiedono un investimento non indifferente rispetto a un contenuto come un blog post, è uno strumento molto valido da utilizzare all’interno di una Content Strategy. 

Infografiche

Le infografiche sono contenuti utili per divulgare informazioni in numeri e statistiche. Quando si ha esigenza di dimostrare dei dati ai propri clienti in modo chiaro ed esaustivo è l’unico tipo di contenuto che può farlo. 

Post sui social Media

I post sui social media più utilizzati dai tuoi clienti possono aumentare l’interesse verso il tuo brand. 

Per costruire un contenuto di successo è importante capire su quale piattaforma si trovano i tuoi potenziali clienti per adattarlo al meglio sia al social che alle loro esigenze.

6.Impostare una strategia SEO 

Nell’ideazione di un Digital Marketing plan concentrare l’attenzione solo sui social non basta e non pensare a una strategia SEO per ottimizzare il proprio sito può essere controproducente.

Il sito web è lo spazio di proprietà dell’azienda in cui inserire ogni tassello utile per attirare nuovo traffico. Per far sì che ciò avvenga si deve intervenire con l’ottimizzazione SEO, quindi mettere in atto tutti quei metodi utili per ottenere traffico e posizionamento tra i risultati organici del motore di ricerca Google. 

Ogni contenuto scritto e creato deve essere di qualità, pertinente alla parola chiave che meglio rappresenta l’argomento e rispondere all’intento di ricerca dell’utente. 

7.Social Media Marketing

Utilizzare i social media all’interno di un piano di Digital Marketing può creare valore, consolidare la Brand Reputation e rafforzare il legame con i propri clienti. 

Per questo è importante stabilire alcuni importanti passaggi per una strategia di Social Media Marketing: 

  • Analisi del mercato e del settore di riferimento
  • Analisi dei competitor
  • Definizione degli obiettivi
  • Analisi dei canali social adatti a veicolare il messaggio
  • Individuazione del tono di voce
  • Creazione di un piano editoriale
  • Produzione dei contenuti
  • Monitoraggio dei risultati

8. Digital Advertising 

Un Digital Marketing plan per essere efficace deve includere anche la pubblicità a pagamento sui differenti canali, quali: 

  • Display Advertising: l’annuncio display compare sui siti web o blog come banner pubblicitario. L’obiettivo è portare traffico verso il sito web. 
  • Social Media ADV: le inserzioni sono divulgate all’interno delle pagine social verso utenti ben profilati. Lo scopo è ottenere maggiore visibilità, portare traffico sul sito o e-commerce.
  • SEM (search engine marketing): in questo caso si utilizzano i motori di ricerca. Quando l’utente digita una determinata parola chiave il sito web appare tra i primi risultati. 
  • Email Marketing:  il messaggio pubblicitario viene veicolato attraverso una DEM che si utilizza per inviare offerte commerciali, fidelizzare i clienti o acquisirne di nuovi.

A differenza della pubblicità tradizionale, un enorme vantaggio della pubblicità digitale è dato dalla possibilità di poter misurare i risultati ottenuti. 

 9.Email Marketing

Con l’Email Marketing si può veicolare un messaggio personalizzato su misura per gli utenti che non vogliono ricevere sempre lo stesso messaggio, ma contenuti di valore personalizzati per loro. 

Può essere utile, in questo senso, creare segmenti di contatti per interessi, posizione geografica, comportamento online.

In questa strategia di Email Marketing puoi avvalerti di software utili sia per segmentare i tuoi contatti che per inviare email in automatico. Inoltre potrai anche analizzare informazioni fondamentali come il numero di persone che ha aperto la mail, quanti click ha ottenuto e tanto altro. 

10.Analisi dei risultati

Giunto all’ultimo step del Digital Marketing plan non ti resta che analizzare i risultati della tua strategia. 

È  fondamentale monitorare i risultati e fare le giuste modifiche qualora qualcosa non avesse funzionato o agire in corso d’opera. Può essere un passaggio talvolta difficile e complesso da gestire ma grazie a molti tool  il lavoro di raccolta e analisi dei dati può essere semplificato. 

Call Now Button